Parhelion a Baile Herculane

Sabato 08 Maggio 2010, a Baile Herculane , prima della realizzazione della Spirale Yang di comunione con l’anima dei popoli, rappresentati all’interno del raduno Yoga internazionale organizzato dalla scuola Misa,  si è realizzato un evento atmosferico e metereologico eccezionale. Sopra il cielo di Herculane si è creato un fantastico “parhelion”, o arcobaleno circolare, che viene contestualmente presentato con foto-immagini scattate sul posto.

Il parhelion (in italiano parelio) è un fenomeno ottico atmosferico dovuto alla rifrazione della luce solare da parte di piccoli cristalli di ghiaccio sospesi nell’atmosfera, e che di solito costituiscono i cirri. Nei testi anglofoni, lo si può trovare anche in versione popolare, definito come “sun dogs”, letteralmente tradotto in italiano come  “cani del sole” o, ancora meglio, come “guardiani del sole”. I pareli si presentano come macchie luminose poste a sinistra e a destra del sole alla distanza angolare di 22°.

Questa struttura  fissa è determinata dalla legge della rifrazione. La rifrazione avviene attraverso i cristalli di ghiaccio chesono di forma esagonale e spessi da 0,5 mm ad 1 mm. Questi cristalli, fungendo da prismi, rifrangono la luce del sole in molte direzioni, ma con un minimo angolo di deviazione di circa 158°. La rifrazione dipende dalla lunghezza d’onda. I pareli si presentano spesso associati con i cerchi pareliaci. Si tratta di cerchi luminosi concentrici al sole, lievemente arrossati nel bordo interno, con colori diversi nelle parti più esterne, smorzati dalla reciproca sovrapposizione  e tali che il cielo interno risulti più scuro. Nelle manifestazioni delle culture popolari e tradizionali del passato, ai pareli veniva attribuito un carattere beneaugurante per i raccolti. Citazione da Jakob Hutter dal suo Brotherly Faithfulness: ” mio amatissimo bambino, voglio raccontarti che nel giorno seguente la partenza dei nostri fratelli Kuntz e Michel, in un Venerdì, vedemmo tre soli nel cielo per un bel po’ di tempo, circa un’ora, così come due arcobaleni circolari.  Questi avevano le loro parti esterne vicine l’una all’altra, quasi a contatto nel mezzo, e le loro estremità orientate in direzioni opposte. E questo,  Jakob, l’ho visto con i miei occhi, e molti fratelli e sorelle l’hanno visto con me. Dopo un po’  gli arcobaleni sono scomparsi ed è rimasto l’unico sole. Sento che questo è stato un miracolo non da poco”.  Alcuni partecipanti al raduno internazionale yoga di Baile Herculane hanno dichiarato di avere percepito e visto delle entità benefiche manifestarsi contestualmente all’evento atmosferico descritto. In conclusione, ben sapendo che la casualità non esiste, ognuno può trarre le debite considerazioni, mettendo in relazione l’evento atmosferico manifestatosi  e la concomitante spirale yang realizzata.

Con amore

Roberto Liodori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *